Formazione al centro

Bando Scaduto

 


Quadro di riferimento

Come descritto nella pagina introduttiva il modello formativo individuato prevede due livelli di formazione “a cascata”.

Il primo livello prevede la formazione di un gruppo ristretto di partecipanti che poi a loro volta, nella seconda fase del progetto provvederanno a formare alcuni docenti delle scuole statali italiane.

 

La selezione

Tra maggio e giugno 2020 è stata quindi indetta una selezione pubblica volta ad individuare fino ad un massimo di circa 300 esperti formatori di comprovata esperienza nella didattica e nella formazione del cinema e dell’audiovisivo nell’ambito del “Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola – Operatori di educazione audiovisiva a scuola”.

La selezione si è rivolta al personale universitario, ai docenti della scuola, ai professionisti del settore cinematografico e audiovisivo che abbiano sviluppato una formazione delle competenze professionali specifiche.

La selezione del gruppo di formatori è destinata dunque a selezionare un gruppo di esperti formatori nell’ambito del cinema e dell’audiovisivo sulla base dei titoli e dell’esperienza professionale maturata.

La selezione avviene attraverso un software che permette di compilare in via semiautomatica un curriculum delle competenze che attribuisce un punteggio a ciascuna esperienza sulla base dei criteri stabiliti dal Comitato scientifico.

A valle della scadenza della selezione (23 giugno 2020) una commissione specifica avvalendosi del fondamentale contributo del Comitato Scientifico prende atto della graduatoria semiautomatica e verifica a campione la congruità dei titoli e delle esperienze dichiarate.

Entro la fine dell’estate/ l’inizio dell’autunno dovrebbe essere pubblicato l’elenco definitivo degli esperti individuati.

In sintesi per diventare esperti è necessario:

– aver partecipato alla selezione

– partecipare alla formazione al centro

– sottoscrivere una dichiarazione di accettazione dell’incarico di “esperto” e dei vincoli in essa contenuti, ivi compresa la gestione della privacy e delle condizioni di utilizzo dei materiali didattici con la relativa esclusione di responsabilità.

 

La fase della formazione al centro:

 

 

Gli esperti, al termine di una breve sessione di formazione collettiva erogata in presenza o a distanza, a seconda dell’evoluzione dell’emergenza Covid-19, saranno poi impiegati per formare docenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado su tutto il territorio nazionale.

La selezione degli esperti formatori è dunque un passaggio del più ampio progetto nazionale “Operatori di Educazione Visiva a Scuola” che mira ad uniformare le competenze base in educazione visiva dei docenti delle istituzioni scolastiche attraverso il citato modello di formazione a cascata.

Nell’ambito del primo livello formativo si inquadra la formazione al centro prevista in presenza o a distanza a seconda dell’evolversi della pandemia da Covid-19.

Nel caso di formazione in presenza questa è prevista in due o più giornate in cui saranno suddivisi gli esperti formatori.
Nel caso di formazione a distanza questa è prevista in cinque/sei giornate in cui saranno suddivisi gli esperti secondo una modalità ed un orario da stabilirsi.
In entrambi i casi gli esperti riceveranno una formazione/orientamento  specifica  sugli  argomenti  e  sulle  materie  relative  all’audiovisivo e verranno, per quanto possibile, valutati sulle loro effettive capacità di gestire un modulo di formazione in aula per un gruppo di docenti delle scuole.
La formazione degli esperti avviene con l’ausilio di docenti di primissimo piano e di chiara fama indicati dal Comitato tecnico scientifico.

 

Lo scopo della formazione al centro:

Gli esperti formatori dovranno essere in grado poi di formare a cascata i docenti delle scuole quindi dovranno avere ben chiaro attraverso questa formazione:

– lo scopo generale del Piano Nazionale Cinema per la Scuola (Linea Operatori Educazione Visiva a Scuola);
– il funzionamento del mondo della scuola e dell’educazione all’immagine;
– i materiali che dovranno utilizzare per formare i docenti della scuola e che dovranno essere in grado di illustrare e condividere;
– le modalità di interazione con gli snodi formativi e con il portale, oltre alle modalità con cui erogare la formazione sul territorio (che potrà essere in presenza o a distanza).

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: