Occhio Invisibile – Mare Nostrum

Progetto
Il progetto "Occhio Invisibile - Mare Nostrum" è stato articolato in laboratori di giornalismo, di cinema, d’incontro e socializzazione con il fine di arricchire culturalmente gli studenti. Nella giornata finale è stata intitolata ai morti nel Mar Mediterraneo, un’aula della Biblioteca scolastica. E’ stato realizzato un FilmDoc dell’intera esperienza, insieme a due cortometraggi e la composizione di vari scritti.

Il pluriennale progetto “Mare nostrum” centrato sulle migrazioni nel passato e nel presente sviluppato dal Liceo Pilo Albertelli nel 2017/2018, poi “Buon senso” con la Casa Editrice Laterza nel 2018, grazie al bando vinto con MONITOR 440 Visioni fuori Luogo nel 2019 è diventato “Occhio Invisibile”. In sinergia con il Laboratorio teatrale scolastico curato da Vincenzo Diglio, la società di produzione cross-mediale Hirya Lab, l’e-zine PiùCulture e la fondazione Palazzo Merulana, ma anche grazie alla collaborazione con il CIES-Laboratorio MaTeMù e la onlus Laboratorio 53, il progetto ha visto una complessa articolazione in diversi laboratori che hanno fornito agli studenti la possibilità di arricchirsi culturalmente grazie a varie esperienze: quella di scrittura giornalistica (interviste a professionisti italiani e stranieri sulle parole “non dette” a proposito delle migrazioni), quella teatrale (scrittura e rappresentazione di due azioni filmate con musica originale) e quella relazionale (incontro con le guide straniere di Roma del Laboratorio 53).

Il percorso di formazione, che ha superato nei tempi l’anno scolastico estendendosi dal dicembre 2018 ad ottobre 2019, ha visto come esito finale la produzione di un FilmDoc, di due cortometraggi e di vari scritti. Il progetto ha visto inoltre, l’intitolazione ai morti nel Mar Mediterraneo di un’aula della nuova Biblioteca scolastica alla presenza del Ministro dell’Istruzione Fioramonti e della Presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi. Nella giornata finale è stato sviluppato un corso di aggiornamento per docenti e organizzata una tavola rotonda a Palazzo Merulana (con i giornalisti Tiziana Grassi, Angela Caponnetto, Giordano Cossu, Nicoletta Del Pesco; con Paolo Impagliazzo dalla Comunità di Sant’Egidio, il prof. Vinicio Ongini dal MIUR ed Ilaria Saponari del CIES).

Il progetto ha coinvolto complessivamente 6 classi, 180 studenti circa e 2 docenti del Liceo Classico Pilo Albertelli.

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: