Visione Allargate. L’inclusione senza paura

Il progetto  Visioni Allargate – L’inclusione senza paura, nato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola sostenuto da MI e MiC ideato dall’Istituto Comprensivo Via Micheli con la partecipazione dell’ I.S.I.S. “Giuseppe Di Vittorio” di Ladispoli, sostenuto  dalla Fondazione Cervelli Ribelli e sviluppato dalla piattaforma Scuola Channel di Kulta, è nato per generare conoscenza, creare consapevolezza e cultura per ridurre le disparità e favorire l’inclusione scolastica e sociale, in particolar modo nell’ambito della multiculturalità.

Le famiglie degli alunni che frequentano l’Istituto Comprensivo Via Micheli appartengono ad un contesto socioeconomico variegato e non omogeneo. L’Istituto insiste su due quartieri, Flaminio e Parioli di Roma, ricchi di opportunità culturali (Auditorium-Parco della Musica, Maxxi, GNAM, Bioparco…)  molto vicini al centro storico.
L’Istituto scolastico è frequentato da alunni che risiedono nel quartiere, da alunni che abitano anche a grande distanza e frequentano i Plessi scolastici per esigenze lavorative dei genitori e da alunni stranieri e rom, nati in Italia o di recente immigrazione, e quindi con esigenze di apprendimento molto diverse.

Gli interventi educativi sono finalizzati alla valorizzazione della personalità di ogni alunno. Imparare a percepire la diversità come valore e dissociarla dalla paura che spesso – per mancanza di conoscenza – essa genera, contribuisce alla prevenzione di ogni forma di violenza, uno dei compiti fondativi della scuola.

Mai come in questo momento storico il tema dell’inclusione è centrale e merita attenzione in un’ottica di cambiamento strutturale che promuova azioni integrate a scuola e in famiglia, in modo da favorire pari opportunità di crescita per tutti i bambini e le bambine, nel rispetto delle diversità di ognuno. In linea con il tema cardine, si è creato un ambiente di apprendimento a sua volta inclusivo, grazie a alla realizzazione di format digitali che si prestano ad essere fruita tra pari e – dove ce n’è la volontà – anche insieme ai genitori, in un’ottica di rafforzamento del rapporto scuola – famiglia, creando dunque una cultura comune sull’argomento, che si può tradurre in buone pratiche di comportamento nella vita di tutti i giorni.

Il progetto Visioni allargate: l’inclusione senza paura! ha l’obiettivo di trasmettere l’importanza dell’inclusione culturale all’interno di un contesto connotato dalla diversità. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile prevede, in tutti i 17 Obiettivi-Goal, una specifica attenzione per l’inclusione, la riduzione delle disuguaglianze e la riduzione delle disparità di accesso soprattutto per le fasce più deboli. In particolare, si è scelto di prendere a riferimento gli Obiettivi 4 (Istruzione di qualità), 10 (Ridurre le disuguaglianze) e 11 (Città e comunità).

Il tema dell’inclusione è stato approfondito nelle sue diverse forme grazie all’efficacia e ai registri tipici del linguaggio audiovisivo e a materiali didattici in cui la fruizione cinematografica diventa modello di edutainment consapevole. Gli studenti sono parte proattiva del percorso didattico grazie a laboratori mirati ad elaborare proposte autoriali.

L’intento è quello di presentare la diversità come valore e dissociarla dalla paura che spesso, per mancanza di conoscenza, essa genera. La prevenzione di ogni forma di violenza, infatti, rappresenta uno dei compiti fondativi della scuola, il cui impegno è rivolto alla formazione di persone capaci di pensare e agire nel rispetto delle differenze di tutti e delle identità di ciascuno.
Saper riconoscere la propria identità e confrontarla in modo positivo e aperto nella relazione con l’altro è indispensabile quanto l’acquisire la consapevolezza degli stereotipi culturali.

Il progetto è stato strutturato per essere adatto ai gradi scuola Primaria, Secondaria di primo grado e Seconda di secondo grado.
Poiché le conoscenze generali, le competenze linguistiche e la capacità di astrazione possono variare molto all’interno dello stesso ciclo scolastico (in particolar modo per la Scuola Primaria),  i materiali sono stati presentati come traccia di lavoro, adattando alla specifica realtà della propria classe di insegnamento la selezione dei temi proposti e il relativo livello di approfondimento in base alla sensibilità di docente.

Il progetto prevede il supporto di materiali didattici diversificati per i vari gradi di scuola coinvolti secondo una logica di edutainment che garantisce attenzione, proattività e reale coinvolgimento. Tali materiali sono correlati a contenuti audiovisivi (film, serie tv, cortometraggi e spot) che possono diventare un efficace strumento per prevenire episodi di bullismo ai quali sono troppo spesso soggetti bambini e ragazzi con background culturali diversi all’interno della popolazione studentesca italiana.

Il linguaggio audiovisivo può generare un input positivo verso l’integrazione e l’inclusione scolastica e sociale tra persone con provenienze culturali dissimili grazie anche a un’analisi critica di film e di materiali video. Una rassegna rappresentativa (ma non esaustiva!) di lungometraggi, spot di comunicazione sociale e serie tv per illustrare come la narrazione audiovisiva abbia raccontato i temi centrali del progetto. Per completare il percorso proposto dal progetto, si sono prodotte una serie di attività laboratoriali che hanno guidano gli studenti nella produzione di output audiovisivi.

Gli alunni della Scuola Primaria sono stati chiamati a partecipare alla produzione di un breve Libro animato o Flipbook: semplice tecnica di animazione realizzata con una sequenza di disegni o fotografie che sfogliate in rapida successione genera l’illusione del movimento. I ragazzi della Scuola Secondaria (primo e secondo grado) hanno partecipato ad una serie di laboratori focalizzati alla realizzazione di un cortometraggio su temi dell’inclusione a partire dal contesto sociale e urbano che gli studenti abitano o sui temi previsti dall’Agenda 2030.

Per maggiori info: https://www.scuolachannel.it/projects/home/visionifuoriluogo/index

Potrebbero interessarti anche

Registrati

CIPS è una piattaforma in cui, oltre a consultare progetti, eventi e tanto altro ancora, potrai anche partecipare a Corsi, Bandi e Selezioni ufficiali.

E’ molto semplice: registra un nuovo account oppure accedi con le tue credenziali e potrai partecipare attivamente a Cinema e Immagini per la Scuola!

Scopri di più

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: